pexels porapak apichodilok 346885 scaled
pexels porapak apichodilok 346885 scaled

Dal 19 aprile al 22 maggio Eataly celebra la terra, il suolo, e l’insieme di metodi agricoli sostenibili e allevamenti rispettosi di animali e ambiente.

Dal 19 aprile al 22 maggio Eataly celebra il Mese della Terra

Lo fa ripartendo dall’agricoltura e raccogliendo il testimone lasciato dai progetti di rispetto promossi negli anni: da Seminiamo la biodiversità a Bee the Future dove il fil rouge è un’idea di alimentazione che trova il suo fondamento nel rispetto della materia, della salute, dell’ambiente e della biodiversità, e nell’impegno nel supportare e valorizzare le piccole realtà produttive virtuose di cui l’Italia è ricca. Durante tutto il periodo il mercato di Eataly e la ristorazione accendono i riflettori su prodotti nuovi che nei mesi a seguire potranno entrare sempre di più nelle abitudini di acquisto dei consumatori.

Dal 19 aprile fanno il loro ingresso negli Eataly i primi 50 prodotti certificati Agricoltura Simbiotica. E’ infatti attivo il processo di certificazione volontaria che fa riferimento al Disciplinare di Produzione dedicato all’Agricoltura Simbiotica a cui stanno guardando aziende agricole e allevamenti.  L’Agricoltura Simbiotica è un sistema di produzione agroalimentare che sfrutta i benefici della simbiosi fra il microbiota del suolo e i vegetali che vi crescono​. Un metodo che mette al centro la rigenerazione del terreno attraverso pratiche agricole che prevedono l’utilizzo di complessi microbici, minerali zeolitici (cabasiti) insieme a humus e funghi (micorrize) per favorire la vitalità dei microorganismi del terreno (microfauna), e la sua naturale capacità di trattenere carbonio. Ristabilendo l’equilibrio dei microrganismi la pianta può ottimizzare il processo di assorbimento delle​ sostanze nutritive presenti nel suolo (terroir).

>

Ciò che mangiamo è strettamente legato alla terra da cui nasce, e poiché un suolo in salute produce piante più forti e sane, queste saranno più resistenti allo stress idrico, alle malattie e meno bisognose di trattamenti con conseguenti benefici per l’ambiente, per gli animali e per l’uomo​. Tra i primi prodotti certificati Agricoltura Simbiotica nel mercato di Eataly si trovano diverse varietà di insalate, latte, yogurt, mozzarelle, tomini freschi, primo sale, toma, nostrale, uova, confetture di frutta e carni di razza Bovina Piemontese degli allevamenti La Granda che per primi hanno completato l’iter di certificazione.

Nei ristoranti sarà possibile provare il primo piatto simbiotico realizzato con una insalata di stagione e un primo sale certificati Agricoltura Simbiotica, finocchi, lamponi freschi, semi di zucca tostati, crostini e salsa yogurt e limone.

Il Mese della Terra è anche l’occasione per celebrare una filiera virtuosa e sostenibile che è il simbolo della macelleria di Eataly da sempre, quella della carne La Granda, consorzio che coinvolge oltre 60 famiglie di allevatori della razza Bovina Piemontese Presidio Slow Food. Il Disciplinare La Granda di etichettatura volontaria delle carni bovine, approvato recentemente dal Ministero dell’Agricoltura, considera il lavoro dell’allevatore partendo dal rispetto per la terra, riconoscendogli una equa remunerazione del prodotto in maniera stabile nel tempo, e creando un’alimentazione, nella fase di finissaggio degli animali, fatta con fieni ricchi di erbe diverse (polifiti) e mangimi vegetali senza OGM e senza soia, una coltura molto problematica dal punto di vista del cambiamento climatico. Il benessere degli animali è certificato secondo il più alto standard ClassyFarm e non vengono somministrati antibiotici e cortisonici negli ultimi 8 mesi.

Un ricco palinsesto di eventi in tutti gli Eataly

Molte novità in arrivo anche nel palinsesto degli eventi con l’obiettivo di coinvolgere più persone possibili nel rivolgere attenzione alla terra attraverso momenti di svago e divertimento durante i quali fare esperienza di buon cibo, stili di vita e scelte alimentari consapevoli senza rinunciare alla convivialità e alla voglia di festa.  Gli eventi in programma animano tutti gli Eataly con cene, degustazioni e didattica insieme a cuochi, produttori e artigiani locali.

Per citarne solo alcuni, il 22 aprile, in occasione della Giornata della Terra, Eataly Roma ospita una cena in Birreria con Fulvio Marino e la presentazione della birra artigianale prodotta dal Birrificio di Eataly utilizzando il pane invenduto della panetteria, un progetto che guarda al recupero, al ricircolo e alla valorizzazione delle materie prime. Lo stesso giorno Eataly Torino presenta una edizione tutta green del “Grande Circo del Mercato”: una cena in cui il divertimento è assicurato grazie alle acrobazie circensi dei Fratelli Ochner, alle magie degli artisti di Masters of Magic e alla musica di Bandakadabra, mentre in tavola va in scena uno speciale menu composto da piatti attenti alla sostenibilità e antispreco. E, sempre in occasione della Giornata della Terra, Eataly Smeraldo presenta “Il menu della tradizione: non si butta via niente” una cena contro lo spreco realizzata con un’attenzione alle materie prime da non sprecare creando piatti saporiti, genuini e amici dell’ambiente. Non sono da meno Eataly Trieste con l’evento “Save the planet – la cucina gourmet di recupero” il 13 maggio, e Eataly Genova con il “Terra Fest” che il 26 maggio chiude le danze trasformando il negozio in un festival con degustazioni itineranti che coinvolgono alcuni tra gli chef e i produttori più virtuosi del territorio ligure e non solo.