Dopo lo sciopero generale del 4 novembre che ha interessato Scuola, Poste, Sanità e altri settori del pubblico e del privato e quello del 15 novembre a Roma Atac e Tpl, quello del 25 novembre, l’ultimo venerdì del mese atteso per il Black Friday, sarà ancora più nero in Italia a causa dell’ondata di scioperi proclamati per quella giornata, con maggiore disagio nelle grandi città come Roma, Milano, Torino e Napoli dove sono ubicati i maggiori aeroporti e i mezzi pubblici sono essenziali per i trasporti urbani ed extraurbani.

Treni e aerei si fermeranno per 24 ore, a partire da giovedì sera alle 21.00 e il blocco si protrarrà per tutta la giornata di venerdì, fino alle ore 21.00 del 25 novembre.

Le sigle sindacali Anpac, Anpav e USB Lavoro Privato hanno proclamato l’astensione dal lavoro del personale Alitalia (piloti e assistenti di volo). Le disposizioni potrebbero variare, ma al momento, stando a quanto riportato sul calendario scioperi sul sito del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, il personale navigante di cabina Az aderente a Confael ha proclamato uno stop di 24 ore sulle basi di Fiumicino, Milano Malpensa e Linate che inizia alle00.01 e termina alle 23.59.

>

I dipendenti Alitalia di Cub Trasporti si fermano per 4 ore dalle 13.00 alle 17.00 di venerdì 25 novembre. Per gli aeroporti, sarà un venerdì di disagi per quanto riguarda gli scali di Torino Caselle con sciopero di 4 ore dalle 12.00 alle 16.00, e di Ancona Falconara per 9 ore dalle 8.00 alle 17.00 a seguito degli stop aziendali indetti dalle società di handings.

Ecco l’elenco delle aziende che scioperano venerdì 25 novembre 2016 come riportato ufficialmente:

  • Trasporto pubblico locale personale della Società Autoguidovie di Milano: stop di 4 ore, dalle 11.00 alle 15.00.
  • Personale aziendale del Tpl della Regione Piemonte: stop di 4 oresecondo modalità non ancora comunicate
  • Personale gruppo Alitalia-Sai aderente a CUB Trasporti: sciopero di 4 ore dalle 13.00 alle 17.00.
  • Personale Soc. Consorzio Autolinee di Cosenza OST FILT-CGIL: stop di 24 ore dalle 21.00 di giovedì alle 21.00 di venerdì.
  • Personale Atac: stop di 24 ore secondo modalità non ancora comunicate.
  • Personale ATA della scuola.

Le 24 ore di sciopero nazionale coincidono con la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, per la quale in programma a Roma è previsto un presidio davanti Palazzo Montecitorio dalle ore 9.30. Il corteo riguarderà le lavoratrici a tempo indeterminato e non, donne disoccupate, casalinghe, assunte con contratti precari e atipici, tutte unite nella stessa battaglia contro le politiche del lavoro di questo governo.