Vietato lanciare palloncini in aria
Advertisement

Vietato lanciare palloncini in aria in 7 comuni della Lombardia

Colorati e festosi, i palloncini sono la decorazione onnipresente delle celebrazioni, must have di matrimoni e compleanni. Dentro casa e nei locali, ma troppo spesso anche all’aperto, dove vengono abbandonati o, ancora peggio, rilasciati in aria per intrattenere i presenti.

L’ultimo in ordine di tempo è stato il piccolo paese di Argera (Varese): è il settimo comune lombardo a dire stop al lancio deliberato in volo dei palloncini, delle lanterne cinesi e dei coriandoli in plastica.

In tutta Italia sono oltre 80 i comuni che hanno sposato l’iniziativa a tutela dell’ambiente: prima di Argera, in Lombardia avevano già emesso provvedimenti i comuni di Barzana (Bergamo), Borgo Virgilio (Mantova), Brugherio (Monza e Brianza) e il capoluogo Monza nonché, in maniera autonoma, Lodi Vecchio (Lodi) e Alzate Brianza (Como).

Advertisement
Taste & Venue consulting Banner
Taste & Venue consulting Banner
Taste & Venue consulting Banner
Taste & Venue consulting Banner

Aderiscono all’iniziativa lanciata nel 2019 dall’associazione Plastic Free Onlus, che precisa come “i palloncini sono al terzo posto tra i rifiuti più pericolosi per foche, tartarughe e uccelli marini”. Una volta depositati sul suolo o in acqua, “arrecano danni alla natura, ma anche agli animali che rimangono intrappolati nei fili o li scambiano per cibo”.

«Vogliamo che siano felici i bimbi di oggi ma anche quelli di domani», dichiara Andrea Barcellesi, referente lombardo di Plastic Free Onlus: «la sfida nell’affrontare il problema dei palloncini è una piccola ma importante campagna di sensibilizzazione che portiamo avanti perché crediamo nelle alternative non impattanti e nel responsabilizzare rispetto a gesti come questo.

Advertisement