salto del tornello

Il “salto del tornello” per non pagare il biglietto

Sempre più “furbetti” del biglietto viaggiano gratis in metro. E’ infatti quadruplicato il numero di persone che viaggiano senza avere acquistato il titolo di viaggio.

Il “salto del tornello” per non pagare il biglietto è uno sport in rapida crescita a Milano. Per i meno atletici, c’è l’alternativa del passaggio sotto il tornello strisciando o il “trenino”: in 2 o in 3 contemporaneamente con un solo biglietto.

La platea dei non paganti è vasta ed eterogenea: italiani, africani, sudamericani, uomini e donne, il più delle volte under 35. I pendolari paganti guardano con rassegnazione, qualcuno protesta, ma i controlli non riescono ancora a contrastare efficacemente il problema.

>

Atm comunque corre ai ripari: aumento del numero dei controllori ed installazione di barriere a schermo, alte 180 cm entro l’estate 2023, ad iniziare da Duomo, Cadorna, Rogoredo, Garibaldi e Centrale, per poi estenderle a tutta la linea. In queste barriere, un sensore farà scattare un allarme se rileva il passaggio di una seconda persona.

Non è percorribile l’idea di un presidio fisso in ogni stazione, ma è auspicabile un maggior numero di ispezioni e controlli a campione.