bonus vacanze 500 euro

BONUS VACANZE, un bonus da 1.000 euro da spendere per la prossima vacanza a tutte le persone che completano il ciclo vaccinale. L’obiettivo è il seguente: “Aiutiamo il turismo e non mandiamo in giro persone che propagano il virus”.

La proposta arriva da Sestino Giacomoni, deputato di Forza Italia, durante l’ultima audizione in Commissioni riunite Finanze di Camera e Senato del ministro dell’Economia Daniele Franco.

Bonus vacanze per i vaccinati, il deputato di Forza Italia contro i no vax: “Chi non si vaccina è come un evasore fiscale”

In occasione del suo intervento, l’onorevole di Forza Italia ha affermato: “Chi non si vaccina è come un evasore fiscale: beneficia di qualcosa che non paga, e aggiungerei – prosegue il deputato forzista – beneficia del buon senso e del senso civico di chi si vaccina pur essendo giovane per rispetto di tutti gli altri.

L’altro passaggio più controverso delle dichiarazioni dell’onorevole Sestino Giacomoni ha per oggetto sempre i no vax: “Aiutiamo il turismo e non mandiamo in giro persone che propagano il virus, e al tempo stesso premiamo gli onesti, chi paga le tasse e chi si vaccina”.

La risposta del ministro dell’Economia Franco

Il ministro Franco non ha bocciato la proposta del deputato Giacomoni, ma ha ugualmente spiegato che la sua attuazione in tempi stretti sia molto difficile. Uno dei problemi principali, infatti, riguarda la tempistica impiegata dall’onorevole di Forza Italia: siamo ormai all’ultima settimana di luglio, e gli italiani che dovevano partire in vacanza lo hanno già fatto o si apprestano a farlo nei prossimi giorni.

Un altro problema è legato poi alla completamento del ciclo vaccinale, richiesto come condizione indispensabile per ottenere il bonus da 1.000 euro e convincere così anche gli indecisi: per chi ancora deve sottoporsi alla prima dose, da qui che riceva anche la seconda dose l’estate sarà finita da un pezzo.

Insomma, la proposta non sembra del tutto convincere, o quanto meno praticabile a stretto giro e con le vacanze già in atto o imminenti e arriva dopo l’obbligo di Green Pass dal 6 agosto, che ugualmente ha lo scopo di incentivare gli italiani al vaccino.