accessorize

Accessorize chiude i suoi negozi in Italia, più di 70 i conseguenti licenziamenti. 

Accessorize London chiude i suoi negozi in Italia: 72 licenziamenti in totale, di cui 22 nella città di Milano.

La catena era in difficoltà da qualche anno e la pandemia non ha fatto altro che peggiorare le sue condizioni, fino a portarla alla chiusura.

La società Melite Italia, Srl con sede in via Vittor Pisani a Milano, che gestisce i 25 punti vendita nazionali del marchio inglese di bigiotteria e accessori low cost, ha presentato al Tribunale di Milano un piano di concordato preventivo, procedura pre-fallimentare che consente di tentare un salvataggio in situazioni di indebitamento.

>

“Il piano prevede la chiusura di tutti i negozi in Italia – spiega Massimiliano Genova, operatore della Fisascat-Cisl Milano – e il licenziamento di 72 persone. È il colpo di grazia per un marchio molto noto che, però, resterà in vita soprattutto con l’e-commerce e dei piccoli sub-franchising.”

“A fine 2020 – ha raccontato Massimiliano Genova, operatore della Fisascat Cisl di Milano in una nota – Melite Italia, la società che gestiva i 25 punti vendita nazionali, si era rivolta al tribunale fallimentare per avviare le procedure di concordato preventivo, ovvero per cessare l’attività nel nostro Paese entro due anni. Da allora ci siamo mobilitati, abbiamo avviato delle trattative per trovare soluzioni per l’intero personale, ma ieri sera si è bloccato tutto.”

Prima di questi giorni, la speranza era quella di avere più tempo, per poter gestire i dipendenti e “trovare soluzioni per l’intero personale”. Ma la situazione è precipitata e, in seguito alla rottura delle trattative di concordato preventivo con il tribunale fallimentare, è stato proclamato uno sciopero fino a domenica 13 giugno.

“In questo settimane – ha aggiunto Genova – è emerso il nome di un possibile compratore che però vorrebbe acquisire solo parte dei punti vendita e, quindi, non assorbirebbe tutto il personale. Secondo le nostre stime resterebbero senza lavoro e senza prospettive circa 35 lavoratrici, di cui Melite Italia non intende farsi carico, né per una ricollocazione e neppure con un eventuale incentivo all’esodo. Le trattative si sono interrotte su questo punto.”

I sindacati hanno già chiesto una convocazione al ministero dello sviluppo economica, mentre per venerdì – dalle 16:00 alle 18:00 – è stato indetto un presidio in corso Vittorio Emanuele a Milano accanto a uno dei punti vendita che non sarebbe rilevato anche in caso di cambio di proprietà.

ECCO IL COMUNICATO STAMPA DELL’AZIENDA 

“SIAMO APERTI!” – Accessorize smentisce la chiusura di tutti i punti vendita
Milano, 10 Giugno 2021 – Accessorize, il brand inglese di accessori e bijoux che fa capo al gruppo Monsoon Accessorize smentisce quanto apparso a mezzo stampa su alcune testate italiane i giorni scorsi.
Melite Italia, la società che gestisce i punti vendita diretti di Accessorize in Italia, ha ricevuto un’offerta irrevocabile che permetterà ai negozi di restare operativi mantenendo tutto lo staff attualmente in carica sui punti vendita aperti. La società acquirente ha anche mandato una proposta di assunzione a tutto il personale amministrativo.
La pandemia ha messo in difficoltà tutto il settore, e Accessorize non è stato certo escluso. Negli ultimi 16 mesi, il Brand ha affrontato una situazione di estrema criticità. Ha fatto scelte sofferte, ma necessarie, chiudendo alcuni punti vendita.
Melite Italia ribadisce la sua intenzione a salvaguardare e tutelare i propri dipendenti sotto tutti gli aspetti.