siringhe sbagliate vaccini
siringhe sbagliate vaccini
Advertisement

Problema nella consegna dei kit, l’Asst: “Errore del ministero della Salute” 

“In alcuni ospedali italiani i vaccini anti-Covid sarebbero arrivati con siringhe sbagliate, inadatte a somministrare ai pazienti le dosi del farmaco. E’ il caso di Pavia, dove sarebbero giunte un migliaio di siringhe sbagliate da 5 ml anziché da 1 ml, ma casi analoghi si registrano anche Perugia, Torino, Milano e in Liguria. Chiediamo al Ministero della salute di verificare i fatti e accertare le responsabilità alla base dell’errore nell’invio delle siringhe alle strutture sanitarie del territorio”. Lo afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi.

“Capiamo la complessità e le difficoltà del piano vaccinale, ma errori di questo tipo rischiano non solo di determinare un danno erariale, ma anche di rallentare le vaccinazioni -aggiunge Rienzi- Il Ministro Speranza deve avviare una indagine sul caso, e se dalle siringhe sbagliate dovessero emergere sprechi di fondi pubblici e rallentamenti del piano vaccinale, i responsabili devono risponderne sotto il profilo penale ed erariale”.

Pavia,problema nella consegna dei kitper iniettare il vaccino Pfizer-Biontech. Ma Asst non è assolutamente preoccupata. “Può succedere – fanno sapere dall’azienda che si occupa di 8 ospedali in provincia – chi lavora commette degli sbagli. Qualche volta capita a noi, in questo caso è stato il ministero della Salute a sbagliare. Ci hanno detto che avrebbero mandato da Roma le siringhe per le vaccinazioni e ci hanno inviato quelle da 5 ml, quando servono quelle da 1. Ma non importa, useremo le nostre siringhe e terremo queste per altro”.

Advertisement
Taste & Venue consulting Banner
Taste & Venue consulting Banner
Taste & Venue consulting Banner
Taste & Venue consulting Banner

Novità VACCINO ITALIANO

Sono stati presentati i dati della fase uno della sperimentazione del vaccino made in Italy di ReiThera. I volontari arruolati sono stati 100, in 45 sono stati vaccinati con dosi diverse. Il 92,5%  ha sviluppato anticorpi rilevabili. “Il vaccino GRAd-CoV2 – ha spiegato il direttore scientifico dello Spallanzani Giuseppe Ippolito – è a una sola dose e non ha avuto alcun avvento avverso grave nei primi 28 giorni dalla vaccinazioni”.

Advertisement