TRAMLINK SBARCA A MILANO: firmato l’accordo per i nuovi tram bidirezionali

Immagine Corriere della Sera
Immagine Corriere della Sera
Advertisement

Tramlink sbarca a Milano: firmato l’accordo per i nuovi tram bidirezionali. Stadler e Azienda Transporti Milanesi S.p.A. (ATM) hanno siglato un accordo quadro per la fornitura di oltre 80 tram Tramlink per la città di Milano.

Le prime voci ci erano arrivate un anno fa, oggi possiamo invece confermare che è tutto vero! L’ordine, importante anche nell’ottica delle Olimpiadi 2026, ha un valore di 173 milioni di euro (187 milioni di franchi) e costituisce la prima volta che Stadler consegna tram in Italia.

La prima fornitura prevede 30 veicoli, ha spiegato la società di Bussnang in un comunicato. In seguito alla conferma della validità dell’aggiudicazione del contratto avvenuta nel luglio 2019, le parti hanno sottoscritto un accordo quadro di 6 anni.

Advertisement
Taste & Venue consulting Banner
Taste & Venue consulting Banner
Taste & Venue consulting Banner
Taste & Venue consulting Banner

Gli 80 tram bidirezionali di tipo Tramlink, di 25 metri di lunghezza, verranno progettati e costruiti nella fabbrica di Stadler a Valencia (Spagna) e saranno destinati al servizio urbano ed extraurbano. L’obiettivo di ATM è di sostituire progressivamente le vetture più datate e aumentare l’offerta di trasporto, migliorando l’esperienza di viaggio dei passeggeri mediante l’impiego di veicoli all’avanguardia. Il nuovo tram è dotato ad esempio di tre porte per lato che, insieme al pianale ribassato, garantiscono un rapido flusso dei passeggeri.

Il Tramlink è costituito da tre carrozzerie duplex in acciaio inossidabile, che sono altamente resistenti alla corrosione e riducono il peso mantenendo la robustezza della struttura. Con una lunghezza di circa 25 metri, il veicolo si inserisce perfettamente nella circolazione stradale del capoluogo lombardo. Inoltre, i tre innovativi carrelli migliorano la scorrevolezza dei tram nelle curve a raggio molto stretto tipiche di Milano. Ciò riduce notevolmente il rumore, con i conseguenti benefici per i passeggeri e per i residenti.

Il pianale ribassato e le tre porte per lato consentono un rapido flusso di passeggeri, come confermato da studi condotti dal Politecnico di Milano. Ciò è particolarmente vantaggioso per le persone a mobilità ridotta che, grazie all’ampio corridoio interno, potranno spostarsi lungo il tram senza difficoltà.

Particolare attenzione è riservata alla sicurezza di passeggeri, conducenti e pedoni. Il Tramlink è dotato di un dispositivo anti-collisione che può intervenire quando rileva una potenziale situazione di collisione con pedoni, auto o altri ostacoli. All’interno del veicolo la sicurezza è garantita da telecamere che eliminano i punti ciechi. Inoltre, la cabina di guida dal design ergonomico aumenta anche la visibilità del conducente.

Íñigo Parra, CEO di Stadler Valencia, ha dichiarato: “Siamo molto orgogliosi che una città cosmopolita come Milano, fortemente impegnata nella mobilità verde e sostenibile, abbia scelto il nostro tram innovativo. Tramlink incorpora la lunga esperienza di Stadler nei veicoli per il trasporto passeggeri. Sono convinto che i nostri veicoli sapranno affrontare con successo le sfide del trasporto urbano di Milano, comprese le Olimpiadi invernali del 2026 ”.

Advertisement