ATM

Un nuova proposta che riguarda i biglietti Atm è arrivata dal presidente della Commissione Mobilità di Palazzo Marino, Carlo Monguzzi. Si tratta dell’idea di un ticket a tariffa ridotta per chi utilizza i mezzi solo per un tragitto breve, facendo poche fermate. Questa la proposta del presidente della Commissione

Da marzo 2019 il biglietto per viaggiare su bus e metro costerà 2 euro.

La proposta è stata sostenuta dalla parte del Pd che si era opposta al rincaro, e se verrà approvata, a partire dal 2020 consentirà di acquistare un ‘biglietto breve’. A oggi – scrive Il Giorno – il capogruppo del partito di maggioranza Filippo Barberis ha appoggiato l’agevolazione, che dovrebbe essere votata dal Consiglio comunale il 18 ottobre.

>

In particolare, il contenuto dell’ordine del giorno che andrà al voto incita la Giunta comunale a “studiare la tecnologia più utile per rendere sostenibile l’introduzione del biglietto breve, applicato alla diffusione di tessere a ricarica e a scalare”. Non ci sarà quindi un vero e proprio biglietto cartaceo a prezzo ridotto, ma la tariffa agevolata si potrà scalare da una tessera ricaricabile.

Il prossimo marzo non subiranno rincari gli abbonamenti annuali e quelli per studenti e anziani. Il biglietto singolo, invece, sarà portato a 2 euro, ma consentirà di viaggiare anche nell’hinterland della città. Da metà novembre, inoltre, si discuterà di eventuali ulteriori sconti e agevolazioni, nonché della possibilità di introdurre abbonamenti pluriennali.