Zona Duomo/Statale

La Rinascente di piazza Duomo presenta, al 6° piano, una selezione di prodotti Vitra per l’outdoor. A sud del Duomo potete scoprire le novità di Baxter e ammirare il bellissimo  spazio Baxter Cinema in Largo Augusto 1, nell’ex Cinema President. Troverete in zona anche Gallotti&Radice e, nella vicina p.zza Fontana, lo spazio Cosentino City e il nuovo Antolini Stoneroom, che presenta la sua prima collezione di Tableware.
In via Larga 2, potete vedere il nuovissimo showroom Slamp. Nella stessa via, al n. 3 vedrete l’allestimento “The Reverted Black” di Kristalia. Al n. 9, trovate le cucine di Ernestomeda e, al n. 4, quelle di Maistri e di minotticucine.
In piazza S. Stefano 10, i nuovi tapperi CC Tapis disegnati da Patricia Urquiola, Bethan Laura, Wood Odd Matter, Duccio Maria Gambi, Mae Engelgeer Studiopepe.
Nella vicina via Flavio Barachini, n.9, a pochi passi dal Duomo, merita una visita il nuovissimo showroom di Caccaro. In piazza Bertarelli 2, non potete perdere lo showroom Knoll, una delle icone del design internazionale.
All’ombra della celebre Torre Velasca, in piazza Velasca 6Riflessi presenta la sua installazione “Surfaces”. In via Pantano 8, nel Palazzo Luigi Caccia Dominioni (complesso Torre Velasca) vedrete le installazioni luminose minimali di Vesoi.

Imperdibile, come ogni anno, l’installazione curata dalla rivista Interni nei bellissimi chiostri dell’Università Statale, capolavoro rinascimentale del Filarete (via Festa del Perdono 7).
Tra gli allerstimenti, segnaliamo “The A-maze Garden”: un’installazione artistica a cura dello studio Lissoni Associati per Amazon. La mostra “Endless Ceiling” di Hitachi Cooling & HeatingRocaMirage il design Brasiliano, la mostra  “Unità Abitativa”, curata da Deanna Comellini per G.T.DESIGNe molto altro.

 

>

Quadrilatero della Moda

Spostandoci verso Brera, passeremo per il celeberrimo Quadrilatero della moda. Qui, in via Bagutta 13Promemoria presenta nuovi arredi disegnati da Romeo Sozzi e una lampada di Piero Castiglioni.
In via Sant’Andrea 8, nell’Atelier Daniela Gerini potrete vedere la nuova collezione di lampade dell’artista e designer. Al n. 8a, Lo spazio Banner presenta la mostra collettiva” La superficie assoluta” by Hoperaperta
Fate un salto nella boutique Jacob Cohen (via della Spiga 29) per vedere la sedia Neil Denim di MDF Italia, disegnata da J.M. Massaud. In via Gesù 13Ludovica Mascheroni presenta” Sashimono”, un armadio modulare ispirato all’antica tecnica giapponese degli incastri lignei.

via Manzoni / p.zza Cavour / viaTurati

Non perdete lo spazio Alessi in via Manzoni 14. Qui, oltre alle novità del brand, Campari Soda presenta la nuova “Design Connection” realizzata da Giulio Iacchetti.  Al n.16, presso il Fioraio Radaelli, potrete vedere l’installazione “Florilegio” di Cristina Celestino per Tonelli Design. Al 16/A scoprirete Casa Gessi Milano, appena ampliata.
D’obbligo una visita al Museo Poldi Pezzoli (via Manzoni 12) non solo per la sua bellezza, ma anche perché ospita “871 days, 50 products, 17 designers and 1 single color”, una bella mostra curata da Luca Nichetto per La Manufacture. Trovate il Laufen Space al n. 23. Infine, al n. 30Poltrona Frau festeggia i suoi 100+10 anni

Imboccate via Borgonuovo per recarvi nel bel di Palazzo Landriani (al n.25), sede dell’Istituto Lombardo, dove troverete l’outdoor di Varaschin. In via Pisoni 2, una traversa di via Manzoni, troverete i nuovi showroom di Bottega Ghianda e delle cristallerie Saint-Louis, quest’ultimo progettato da Dimorestudio.

In via Turati 1 vedrete le novità di Kartell. Al n 14, la collettiva nordica Matter by Norwegian Presence.

DA NON PERDERE!

Non perdete l’occasione di visitare il bellissimo Palazzo Bagatti Valsecchi (via s. Soprito 7), eccezionalmente aperto per la MDW22, e lo strepitoso museo Bagatti Valsecchi (via Gesù 5). Il primo ospita i lavori dii Mario Trimarchi e di Gio Latis Studio per Tensoforma. Nel secondo, potete ammirare l’esposizione collettiva “Palazzo delle Meraviglie” con diversi designer che espongono nelle antiche sale del museo, tra cui di Vincent Van Duysen per Perennials and SutherlandEduard Locota e J.M. Szymanski e gli studi Barn In The City,Hommés e Sohil.
Due eventi da non farsi sfuggire!

IL NOSTRO CONSIGLIO

Fermatevi per un caffé da The Manzoni, il bar ristorante di Tom Dixon in via Manzoni 5. Bellissimo e decisamente molto raffinato, tutto arredato nel puro stile Dixon!

BRERA DESIGN DISTRICT

Il Brera Design District propone come sempre una gran quantità di eventi che animano il quartiere e che si alternano ai tantissimi showroom di design qui ospitati. Il tema conduttore di questa edizione del Brera Design District è “Forme dell’abitare”.

Per destreggiarvi tra showroom ed eventi, armatevi dell’ormai celebre guida (la trovate in tutte le location di Brera e negli Info Point) e iniziate a girare per lo storico quartiere.

via Brera / S. Marco

Partite dal “cuore antico di Brera“, rappresentato dalla zona pedonale di via Fiori Chiarivia Formentini e via Madonnina. Perdetevi tra antiquari, negozi di modernariato, botteghe esclusive e locali storici.
Partite da via Brera, zona di profumieri e gallerie d’arte. Al n. 2, la Galleria Ponte Rosso presenta una collezione di arredi disegnati, tra gli altri, da Philippe Nigro e prodotta da A&B Living. Al n. 3, la Galleria Milano ospita Matter by Norwegian Presence, una collettiva di 10 designer e di altrettanti brand norvegesi. La galleria Il Castello di via Brera 16 presenta invece “Blank”, un’installazione luminosa di Felice Limosani per Fondazione Targetti + un nuovo sistema di illuminazione integrato per l’outdoor, progettato in collaborazione tra Targetti Stefano Boeri Interiors. Allo stesso numero trovate anche il Concept Space di FerreroLegno.
In via delle Erbe 2A inaugura il nuovo spazio Whirlpool-Hotpoint. In via del Carmine 9, le nuove collezioni “Contemporary Persia” di tessuti di Christian Fischbacher. Visto che siete lì, è d’obbligo un passaggio nei chiostri della Chiesa del Carmine dove potrete ammirare la nuova collezione Cadence, disegnata da Pierre Charpin per la Cristallerie de Saint-Louis.

In via Madonnina 12 trovate Inspired in Barcelona, una mostra evento che porta il design e la cultura catalana a Milano. In via dei Giardini 21, l’hotel Casa Baglioni presenta “In-Between”, un’installazione degli architetti Spagnulo & Partners che fa incontrare rte e design. All’angolo con via s. Carpoforo, Paolo Castelli presenta la sua prima linea di arredi outdoor.
In via Fatebenefratelli 9Rubelli presenta “Second Firing” la seconda collezione di tessuti disegnati da Peter Marino.

Non perdete, nel sagrato e nei chiostri della basilica di San Marco, dOTdesign Outdoor Taste e dOT Bathroom, una rassegna di oltre 50 brand che espongono in 700 mq i loro progetti dedicati al bagno e alla vita all’aperto.
Curiosare fra i pezzi tra arte e design di Dilmos (piazza s. Marco n.1) . Al n. 4, scoprirete gli esclusivi rivestimenti murali di London Art con Dsquared2. In via San Marco 24, la galleria Luca Preti Design Storico presenta una riedizione in tiratura limitata di un grande specchio a parete disegnato da Ico Parisi nel 1972. Al n. 26Fontana Arte presenta la mostra commemorativa “90 Years of Light and Art”.
Poco distante, in via Goito 3, presso Insula delle Rose, due eventi da non perdere. Le lampade di ZAVA, tra cui la nuova “Circle” disegnata da Lorenzo Palmeri, e SILOS, brand pugliese specializzato nel mondo della pietra, che presenta la collezione “Pietre e Fuoco”, oggetti in pietra leccese a tiratura limitata disegnati dall’architetto Ugo La Pietra. Nella stessa via, ma al n. 9, potrete scoprire l’Open Studio Café progettato dall studio Lissoni&Partners con Living Divani e Illy Caffé.

Le vie di Brera

Le vie si Brera è sono da perlustrare tutte, alla scoperta di showroom e pop up shop che durante il Fuorisalone spuntano come funghi… Il nostro consiglio è quello di battere a tappeto le zone intorno a via Solferino, via Brera, Corso Garibaldi, via Palermo, via Ciovasso e via Pontaccio.
Potete farlo a piedi, dato che è tutto molto “concentrato”…
Volete qualche altro suggerimento? Ecco i nostri!

In via Pontaccio trovate parecchi showroom di design. Ceramica Cielo (al n.4/6)Moroso (al n. 8) e Unopiù (al n. 9) che presenta Crest, un progetto di Stefano Boeri Interiors. Trovate anche Falper (al n. 10) e Franke (al n. 18). Al n. 19 trovate i mobili outdoor di Talenti, la cottura professionale di Unox Casa, i tappeti di Carpet Editions, le carte da parati di Spaghetti Wall e le cucine Abimis, che presenta “Àtria”, la sua nuova cucina outdoor in acciaio Inox.
Vi suggeriamo un paio di brevi deviazioni.  La prima vi porta in via dell’Annunciata 29 per vedere le novità di Marset. La seconda, in via Ciovasso 6 per disegnare in libertà le pareti di un’installazione di Giulio Iacchetti con i pennarelli Uni Posca. Al n. 17, “The Flow of Seasons” del brand nipponico di orologi Grand Seiko. I visitatori entreranno in connessione con l’ambiente naturale giapponese, fonte di inspirazione dei maestri orologiai, e il tempo, espresso attraverso il tema delle quattro stagioni.

Proseguite per via Solferino e fermatevi al n. 11. Qui, in una bella corte interna, trovate BoffiPaola CDimore Gallery Salvatori. Al n. 15 un progetto di Piero Lissoni per RBM More.
Proseguendo, al n. 18 (in in altro incantevole cortile interno) potrete scoprire lo showroom di Flaminia Bathrooms, le lampade di Viabizzuno, lo showroom di Fantini e, da Interno 8, l’allestimento di “Water Red Vibes” di Treemme.
Proseguendo per via Solferino, al n. 22 incontrerete lo showroom Bisazza (che presenta nuove collezioni di rivestimanti in marmo) e Molteni Dada (all’angolo con via Pontaccio). Il Solferino Lab (al n. 36) presenta i nuobi rubinetti di Fima Carlo Frattini disegnati da Marco Piva. Al n. 44, non perdete l’installaziona a scala reale della camera da letto di Eileen Gray, che lei stessa disegnò per la sua casa al mane tra il 1926 e il 29. Un progetto di ClassiCon presso Antonio Colombo Arte Contemporanea. Al n 21Calligaris Group (Calligaris, Connubia, Ditre Italia, Luceplan e Fatboy), ha appena inaugurato il suo grande showroom.

Fate una breve deviazione in via Palermo 1, e salita nel Brera Design Apartament. Allo stesso numero, le nuove collezioni “Senza Tempo” di Society Limonta. Al n. 5,lo showroom Green Wise Italy presentaprogetti di design ispirati alla “Slow Green Philosophy”. Al n. 8, i lavori di Eligo Studio e Giulio Iacchetti per Fantin. Sempre in via Palermo, ma al n. 11, vedrete le lampade di Lee Broom esposte da Blindarte. Allo stesso numero, la mostra “Black Ink” di RAK Ceramics. Al n. 18, ancora Giulio Iacchetti ha designato 9 borse per il nuove brand giapponese Montbook.

Tornati in largo Treves, al n. 5 la galleria Post Design. In largo  Treves 2Marsotto edizioni presenta “Collectible Marble” nel bellissimo showroom-scultura in marmo. In mostra prodotti iconici e i nuovi prodotti firmati da  Konstantin Grcic, Jasper Morrison, Maddalena Casadei, Naoto Fukasawa, Nendo, Philippe Malouin, Ross Lovegrove, Studio Irvine, Thomas Sandell. Poco distante, in via Marsala 7, le ceramiche Mirage

via Moscova / corso Garibaldi

Imboccate via Statuto in direzione piazza Moscova. Al n. 12 troverete il mondo di Agape 12.  Al n. 16 vedrete le nuove luci di Masiero e, al n. 21, il JV Studio di Jannelli&Volpi.

Presso la Mediateca S. Teresa, in via della Moscova 28, non lasciatevi sfuggire l’evento che celebra la ventennale collaborazione tra la cristalleria francese Baccarat e Philippe Starck. Siamo tutti curiosi di scoprire lo spazio Lodes e lo showroom Flexform che inaugurano nei giorni del Fuorisalone in via Moscova 33. Al n. 47/A, gli arredi outdoor di Tectona Paris.
In via Varese 14BassamFellows lifestyle gallery mette in mostra i suoi di arredi e complementi ispirati al Modernismo americano.
Da piazza Moscova, una breve decvviazione vi conduce nel grande showroom di antoniolupi (via di Porta Tenaglia). Proprio di fronte trovate Pianca & Pasrtners.

Imboccate ora Corso Garibaldi dove, al n. 51, troverete le iconiche pentole di Le Creuset. al n. 65, troverete il nuovo showroom di Gabel. Al n. 71USM torna a esporre nello storico negozio di biciclette Rossignoli. Al n.77, scoprite le novità di Magis. Al n. 81, il coloratissimo JVstore di Jannelli&Volpi. Visitate la collettiva di designer svizzeri al n. 89/A presso la Casa degli Artisti.
Sempre in corso Garibaldi, al n. 99 trovate Modulnova e la nuova Accademia Valcucine. Al n. 123, c’è Moroni Gomma. Al n. 25 Galleria Jannone ospita “il Giardino Tattile di The HAD – Human Animal Design”: un’esperienza tattile e Pet-Friendly, ispirata al bosco di Bruno Munari, per i bambini e gli amanti degli animali
Lo showroom Manerba, nell’adiacente piazza San Simpliciano., presenta lallestimento floreale” Midsummer”, a cura dell’art director Federica Biasi. In via Arco 1, Fazzini debutta con il nuovo progetto Fazzini Atelier.
Merita una visita il Padiglione Brera, ospitato nel bellissimo Chiostro della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, nella vicina via Cavalieri del Santo Sepolcro 3. Qui espone un gruppo di brand inglesi tra cui SCP, Case Furniture, Resident, Very Good & Proper e Isokon Plus, con progetti di Jasper Morrison, Ilse Crawford & Oscar Peña, Barber&Osgerby e molti altri.

 

Zona Castello Sforzesco / Arena civica

In foro Bonaparte 14 e 14/A, scoprirete le nuove ceramiche di Florim e Cedit. Il design scandinavo di Carl Hansen & Søn lo trovate al n.18/A. Qui vedrete anche le inedite finiture, con cui la designer Ilse Crawford ha “vestito” l’iconicass sedia CH24 Wishbone. Tra cui il colore HollyHock, malvarosa gialla (qui sotto).

In Foro Bonaparte 60, lo showroom Budri presenta “Fragment”, l’innovativa collezione di arredi e superfici sostenibili in marmo progettata dal designer Gwenael Nicolas di Curiosity Tokyo, Al n. 74, potete visitare il recente restyling dello showroom Lualdi firmato da Piero Lissoni. Al n. 57, trovate il Brera Contract, un nuovo spazio dove espone il brand BabelD, e lo showroom di Slide.

In piazza Castello 27, merita una visita la mostra temporanea “1962, blocchi di marmo, manici di scopa e altre storie”, che analizza  il lavoro dei fratelli Castiglioni. Presso la Fondazione Achille Castiglioni.

DA NON PERDERE!

Fate una sosta nel bellissimo Orto Botanico di Brera, un microcosmo fuori dal tempo, tanto rilassante quanto bello e poco conosciuto. Un piccolo gioiello incastonato nel cuore di Brera.

5VIE Art+Design

Il centralissimo distretto delle 5VIE Art+Design rappresenta, forse più di Brera, la più autentica “vecchia Milano”. Girando per le strette viuzze del quartiere scoprirete affascinanti dimore storiche e inaspettati giardini segreti. Lasciatevi guidare, dunque, dalla curiosità e addentratevi alla scoperta delle mostre organizzate ad hoc e dei tantissimi eventi qui ospitati.

Gli eventi si svolgono intorlo al quartier generale di via Cesare Correnti 14 , dove il Centro Studi Poltronova presenta un focus sul lavoro dello storico gruppo di avanguardia Archizoom. Sempre qui, le mostre segnaliamo “Woven Whisper” di Richard Yasmine, “little monsters / scary beasts” di co/rizom
5 vie cura anche 2 collettive dedicate ai giovani designer presso il Palazzo del SIAM, storica istituzione milanese dedicata alle Arti e ai Mestieri.
La terrazza dell’Hotel Ariston in Largo Carrobbio ospita “La Superficie Assoluta”, in collaborazione con HoperAperta. Una mostra che unisce architetti, designer e artisti con le aziende italiane del mobile nella creazione di opere di art design.

Non potendo segnalare tutti gli eventi, ne cictiamo qualcuno.

In via s. Maurilio 19 verrà presentata la nuova collezione di lampade “Maehwa”, disegnata dallo Studio Giopato & Coombes. In piazza Mentana 3, lo store Big Apple Design si rinnova e presenta la nuova lampada “Antonym” di Bottega Intreccio.

Per il resto vi consigliamo di girare per le strette vie (via san Maurilio, Via Santa Marta, piazza S. Maria Beltrade) alla scoperta non solo dei tanti eventi ospitati nel distretto, ma anche dalle case e dalle corti della vecchia Milano che lo popolano…

Infine merita sempre una visita il Palazzo Litta in corso Magenta. Questo capolavoro del barocco milanese vi lascerà a bocca aperta… soprattutto vi colpirà la bellezza del piano nobile. Quest’anno, il palazzo ospita “Doppia Firma”, dialoghi tra pensiero progettuale e alto artigianato.

Il brand tedesco Pulpo debutta al Fuorisalone con L.O.V.E. BANK, un grande evento che trasforma un ex banca in uno showroom unico nel suo genere. Verranno presentate creazioni di designer come Sebastian Herkner, Studio BrichetZiegler, e altri. Da non perdere, le volte sotterranee segrete con installazioni luminose multimediali!

IL NOSTRO CONSIGLIO

Da vedere assolutamente, nel bel palazzo Turati di via Meravigli 7, la collettiva Masterly – The Dutch in Milano, che presenta una selezione del miglior design contemporaneo olandese. Una mini fiera che vede la partecipazione di oltre 80 espositori fra designer, architetti, artisti, artigiani, scuole, e aziende.

DA NON PERDERE!

Come ogni anno, vi consigliamo di partecipare al Design Pride. Un corteo colorato e divertente che parte mercoledì 8 giugno alle 19.00 da piazza Castello (angolo via Minghetti), per invadere il distretto delle 5VIE con carri, performance e musica, fino ad arrivare in piazza Affari per una grande festa finale con musica. In questa occasione potrete assaggiare la limited edition  ENGINE LANGHE GIN TONIC by Baladin, una capsule di soli 20.000 pezzi di Gin Tonic “ready to drink” presentato in una lattina con tappo a strappo che si trasforma in un attimo in un pratico bicchiere.

IL NOSTRO CONSIGLIO

Visitate la Fondazione studio museo Vico Magistretti, in via Bellini 1, dove prosegue la mostra Magistretti Revisited che presenta il lavoro di Vico Magistretti e il suo legame con la città raccontati nell’atmosfera originale del suo studio milanese.

Porta Venezia

Come ogni anno il circuito Porta Venezia in Design propone un mix molto interessante di proposte che vanno dagli eventi di design, al food&wine di qualità, ai tour per le architetture liberty della zona.

Palazzo Serbelloni, in corso Venezia 16, non perdete “Twenty”, l’evento del designer inglese Tom Dixon che celebra i suoi “primi” 20 anni. Al n. 7, Il Salotto di Milano presenta “Les Jardins Imaginaires” di Simone Guidarelli.

Via san Gregorio 29 ospita l’evento MOOOI envisioned by LG OLED. In via Panfilo Castaldi 33Storage Milano presenta “Antimeta”, un’in edita sedia di Gebrüder Thonet Vienna (GTV). Poco distante, in via Tadino 2 (al 2° piano), un appartamento privato ospita “Cipango”, una mostra del brand giapponese Ariake. Vedrete mobili e oggetti firmati da Inga Sempé, Note Design Studio, Zoe Moiat, Norm Architects, Keiji Ashizawa, Neri & Hu, Francesco Rota, Gabriel Tan.

Questa è la zona Liberty di Milano. Dedicate un paio d’ore alla scoperta dei capolavori architettonici di inizio 900. Da soli o con un tour. Per i tour del liberty, guarda la nostra guida ai Design Districts.
Visto che siete nella zona Liberty, non perdete una visita alla strepitosa Villa Necchi Campiglio, capolavoro dell’architetto Portaluppi e oggi bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano (via Mozart 14). Potete prenotare le visite qui.
Tra l’altro, a Villa Necchi Campiglio, potrete ammirare “A Statement of Form”, un’imponente installazione a cura di Gaggenau e con le superfici in pietra di Salvatori.

ZONA TORTONA

Superstudio

Il Superstudio di Milano, da sempre il cuore pulsante del Fuorisalone di zona Tortona, si presentaall’edizione 2022 col titolo “Looking Ahead”. Moltissime come al solito le partecipazioni:

– Asian impact, una grande mostra corale in cui Giappone, Tailandia, Hong Kong, Singapore.
– Supergarden, una mostra a cura di Giulio Cappellini nell’art garden all’ingresso del Superstudio, che esplora la vita outdoor.
– Home, switch home, oltre 1000 mq dedicati alla smart home a cure dei brand Haier, Candy, Hoover.
– Case cozy così, che esplora la voglia di tornare, nell’era del metaverso, alle confortevoli case di una volta.
– Art Interaction, che mostra la relazione tra arte e design con nomi del calibro di Carla Tolomeo, Habits Design StudioSara Ricciardi e Tolietpaper by Maurizio Cattelan per gloTM e altri…
– Materials Metamorphosis, collettiva a cura di Materially che approfondisce i grandi temi legati al vivere urbano, a partire dalla riduzione dell’impatto delle emissioni, dell’energia o dei materiali stessi…
– Donne&Design, che parla della creatività al femminile. Da Paola Navone (con la sua installazione “Poetry House” per ABK Ceramiche) a Ilaria Marelli, passando per il collettivo di artiste e artigiane di FoodDesignStories.
– Italian Masters, che mostra il grande saper fare italiano, tra design e artigianato.
– Future Now, un viaggio nel mondo del futuro dalle imbarcazioni, con Rossinavi, all’automotive, con Lexus–Sparks of Tomorrow.
– Third Dimension
, che presenta progetti a stampa 3d e in realtà virtuale
– Dreamers, uno spazio dedicato ai giovani designer di tutto il mondo con progetti, tra ghli altri, dell’ Hong Kong Furniture and Decoration Trade Association e dell’Istituto Marangoni.
– Architect-Tour, una riflessione sul mondo dell’architettura è proposta attraverso video e talk.
– FUORISERIE Unicità per il domani, dove il CNA Nazionale presenta i lavori di 7 innovativi brand associati.

Insomma, una serie di eventi ricchissimi e pieno di promesse: da non perdere!

BASE

Di fronte al Superstudio, con ingresso in via Bergognone 3BASE Milano si ripresenta al pubblico col tema “We will design”, un labortorio sperimentale con designer internazionali, scuole, università e istituzioni.
3 i progetti presentati: “Temporary Home – Casa Base” con i progetti di 5 designer internazionali. “Exhibit”, e “They Will Design”.
Sempre al BASE, il brand svedese Ikea presenta Ikea Festival, un ricco palinsesto di eventi ed esperienze immersive per raccontare il futuro del retail e del design, e Absolute Beginners a cura dello IED-Istituto Europeo di Design, una serie di progetti e talk ispirati a 10 icone femminili del passato e del presente…
Nel cortile del Base, infine, ogni sera ci sarà musica e dj set fino a tarda notte. Non mancate!

Proprio di fronte al Base, la grande rotonda di via Bergognone si trasforma grazie al lavoro degli studenti della Domus Academy di Urbo e Linea Light Group, che presentano un’installazione di arredo urbano dedicato alle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026.

TORTONA ROCKS

Tortona Rocks, giunto alla sua sesta edizione, è un grande evento diffuso, ospitato all’interno dell’Opificio 31 (via Tortona 31) ma anche in diverse locations.
Pfresso l’Opificio 31 troverete la grande installazione “IQOS” by Philip Morris, lacollettiva di designer dedeschi premiati al German Design Council e quella promossa dal Centre for Creativity Slovenia. Immergetevi nella Stilnovo original Lounge, arredata con le iconiche lampade dell’azienda italiana tra cui Saliscendi di Achille e Pier Giacomo Castiglioni (1957), Minibox di Gae Aulenti e Piero Castiglioni (1981), Valigia di Ettore Sottsass (1977), Topo di Joe Colombo (1970) e Sputnik di Stilnovo (1970)…
Troverete inoltre gli oltre 100 brand selezionati da Archiproducts Milano,  e l’installazione “Vento” di Consorzio San Daniele.
E ancora, i letti di Noctis e le foto d’autore di Peter Ott; l’azienda spagnola Finsa e Preciosa Lighting; la catena belga di arredamento CASA e le vernici di Boero. l’ISIA di Firenze e l’iniziativa Waste/Less, proposta da Milano Space Makers, la società che ogni anno organizza Tortona Rocks, in collaborazione con AMSA.

In via Tortona 5 potrete vedere Bud Brand, una collettiva di giovani designer giapponesi.
Fermatevi anche in via Savona 35 dove anche quest’anno torna The Playful Living, che analizza i nuovi concetti dell’abitare. In via Privata Gaspare Bugatti, la piattaforma Casavo presenta l’installazione “La Casa delle Cose”.
In via Bergognone 26, infine, Vanity Fair Italia presenta 
l’evento aperto al pubblico Vanity Fair Social Garden. Uno spazio esperienziale dedicato a incontri, talk, interviste e momenti di relax…

ALTRI EVENTI IN ZONA TORTONA

In via Tortona 26, ritorna Zip Zone Events, un format che dà spazio anche ai giovani artisti. Tanti i nomi, gli studi e le gallerie che partecipano all’evento tra arte, design, gioielli, tessuti e complementi d’arredo… Al n. 37, il Design Lab presenta l’artigianalità creativa di Sturm. e le carte da parati di Ambientha.

Da tenere d’occhio l’allestimento di LASVIT, cpresente anche quest’anno in zona Tortona in via Vigevano 18. Il suo evento “Monster Cabaret” ha vinto il Fuorisalone Award nel 2018 (l’ultimo Fuorisalone). Allo stesso numero, Tenoha Miano. Qui la rivista Orlando Tales,  il primo “magazine hotel al mondo”, presenta un pop up store che si trasformerà in una conciergerie, e ospiterà un’esposizione di artisti e artigiani di eccellenza.

DA NON PERDERE!

Negli spazi del Ride, L’ex scalo di Porta Genova, dal 6 al 12 giugno ci sarà CHEF IN CAMICIA. Una manifestazione aperta al pubblico dalle 11 a mezzanotte, che si sviluppa attorno alla mostra: “Lego: The Art of the Brick” dell’artista Nathan Sawaya. Troverete foodtruck e bar, tanti appuntamenti, show cooking,  partite a ping pong con gli chef e molto altro…

ISOLA DESIGN DISTRICT

l’Isola Design Festival propone anche quest’anno un fitto programma di mostre, installazioni, talk e workshop. Una serie di eventi dedicati alla ricerca, alla sperimentazione, al futuro del design con la presenza di oltre 250 tra designer e studi internazionali.

Tra le mostre segnaliamo:
– No Space for Waste, all’interno di uno degli hub principali del distretto: Stecca3. Al piano terra della location, DesignWanted, _sucks e Caracol presentano “Robot Shit Exhibit”, la prima esposizione che valorizza gli scarti della stampa 3D.
– Vita Lenta è un’installazione sensoriale ispirata dalla casa giapponese, un allestimento inclusivo, che ospita 16 designer internazionali selezionati.
– Isola Design Gallery, in via Pastrengo 14, opspitata all’interno di un ex opificio di 400mq, celebra il design contemporaneo, con pezzi unici e artigianali, creati da designer e studi indipendenti dell’Isola Design Community.
– Rising Talents è una mostra ospitata all’interno di un loft industriale in via Farini 35, dedicata a studenti, neolaureati e designer emergenti provenienti dalle migliori accademie internazionali.
– The Dutch Atelier che presenta una selezione di designer olandesi.

Oltre a questi eventi troverete tanti altri studi e designer sparsi per le vie del distretto.

Lo studio creativo spagnolo Masquespacio presenta Mas Creations Collections, in via Confalonieri 11.
In via Cola Montano 13, lo studio olandese di architettura UNSTUDIO presenta Future Perfect. Stessa via, ma al n.2, lo studio Keep Life presenta Terre Emerse.
In via Pastrengo 7, troverete il brand canadese STACKABL, mentre al n. 5 3DD Factory, in collaborazione con l’artista Cristina Vitan, presenta Dreamful Vacation.

Sketchin, studio di advanced & strategic design, sarà presente in via Farini 60 mentre troverete Fioroni, alla Key Gallery di via Borsieri 12, il brand Fioroni presenta i suoi pezzi più iconici.

ATI Project sarà alla Fonderia Napoleonica in via Tahon de Revel 21, mentre il Gruppo 190 presenta  in via Pepe 36, Tuscania, Nuovo Artigianato, una riproposizione del design scultoreo toscano.
Il  di via Borsieri 12.

IL NOSTRO CONSIGLIO

Anzi, 2, per tutti gli amanti dell’aperitivo…
1. Anche quest’anno Monkey 47, il gin della Foresta Nera,  è  partner dell’Isola Design Festival. Cercate, all’ombra del Bosco Verticale, l’eclettico WunderBar!, un gin garden a cielo aperto dove l’arte della mixology incontra il design, la creatività e la convivialità.
2. Campari Soda inaugurerà il distretto #SenzaEtichette nel quartiere di Isola (via Pastrengo, piazzale Carlo Archinto). Sarà possibile interagire con alcune installazioni ispirate al brand e degustare l’aperitivo con Campari Soda nei bar della zona.

 


ALTRE ZONE


Triennale

Come ogni anno, Il Palazzo della Triennale (via Alemagna) ospita una serie di mostre e di eventi molto interessanti.

Tra queste, segnaliamo Memphis Again (dal 18 maggio al 12 giugno), CACTUSRAMA, la mostra ideata da Gufram per celebrare il suo iconico CACTUS, e Forest Tales, una mostra organizzata da Studio Swine con AHEC. Troverete anche la mostra di KOYORI, con lavori di Ronan&Erwan Bouroullec e GamFratesi.

Adi Design Museum

Inaugurato nel 2021, l’Adi Design Museum (piazza Compasso d’Oro 1) partecipa per il secondo anno al Fuorisalone di Milano.

Zona XXV Aprile / Porta Nuova

L’Atrio della Stazione Porta Garibaldi ospita la 20° edizione di Green Island, con l’installazione di un giardino fiorito, dove dialogano arte, eco-design e artigianato.
Il Padiglione IBM di piazza Gae Aulenti ospita due eventi di Cappellini:  “Looking to the Future“ e Cappellini Slowdown Refuge”. Tagliabue – EMBT. In via Vincenzo Capelli 1Levi’s e Connubia sono lieti di invitarla all’evento di lancio di presentano l’evento di lancio di Connubia REEF by Levi’s


Poco distante, in via Mike Buongiorno 9, Il Samsung District espone l’outdoor di Flou.

In piazza XXV Aprile, i Caselli di P.ta Garibaldi ospitano un’installazione di Tecno e di Zanotta.
In corso Como 1, il brand automobilistico CUPRA sbarca alla Milano Design Week 2022 con un’installazione interattiva nel suo CUPRA Garage Milano.

A pochi passi dalla piazza, presso la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di viale Pasubio 5 potrete vedere KCDF – Korean Craft & Design Foundation, una mostra di artigianato coreano nata dallo scambio con tre grandi architetti e designer italiani: Michele de Lucchi, Mario Trimarchi e Francesco Faccin.
Ceramiche Ragno
 presenta in via Marco Polo 9 il suo primo flagship showroom.
In via Maroncelli 2, l’installazione “Bathscape” di Cristina Celestino con Vogue Germany per Kaldwei. Al n. 12, potete vedere le ceramiche artigianali di Giovanni de Maio e, al n. 13, le nuove sedute di Cristina Celestino per Etel.

 

ALPHA DISTRICT

Alpha District è un progetto di marketing territoriale nato nel 2020 nell’area ex Alfa Romeo in zona Portello; è anche il più giovane e il più esteso distretto del Fuorisalone.
Al Fuorisalone 2022 non sarà presente lAlpha District, un nuovo e molto interessante distretto del design. Alpha Districts ha annunciato che tornerà in occasione del Fuorisalone 2023.


ID EXE

ID-Exe è un vero e proprio distretto diffuso, sparso in decine di punti della città che, per la prima volta nella storia del Fuorisalone, ibrida eventi espositivi reali e mondo virtuale.
Scopriremo nuovi livelli e scenari fruitivi che prendono vita su smartphone e tablet, superando i limiti di spazio e tempo.
Vedremo esposizioni diffuse in realtà aumentata per tutta la città, tecnologie in grado di riprodurre il senso del tatto e far toccare con mano oggetti e superfici presenti solo digitalmente, showroom virtuali posizionati in luoghi reali e aree urbane che cambiano aspetto e diventano interattive sui dispositivi degli utenti.
L’iniziativa è realizzata dalla startup innovativa D.O.S. (Design Open Spaces), con il patrocinio di Regione Lombardia.

 

ZONA MILANO NORD

In via Macchi 82, non distante da piazzale Loreto, troverete “Mohd in Bloom”, il nuovo allestimento dello spazio Officina Milano curato da Studiopepe per Mohd.
In via Melchiorre Gioia 6/8, trovate lo showroom Novamobili espone la sua nuova collezione “Home System Daily Inspired”.
Di fianco alla Stazione Centrale, esattamente in via Sammartini 63, c’è l’installazione “Orizzonti” di Dimoregallery.

ZONA MILANO OVEST

Come ogni anno, Antonioo Marras partecipa al Fuorisalone. Nonostantemarras, in via Cola di Rienzo 8, ospita un allestimento irriverente e anticonformista dello stilista sardo sul concetto di rigenerazione-Re-Generation-nella sua essenza più pura. Sarà presente anche il Temporary Bistrot & Restaurant Famiglia Rana.
Fate un salto in via Carducci 38 (zona S. Ambrogio) per scoprire il nuovissimo showroom di Frag. In via E. De Amicis 45, troverete gli accessori di design per la cucina di Knlndustrie. In via Foppa 50/A vedrete le novità di Belvedere da Fabscarte.

ZONA MILANO EST/SUD

Vale la pena visitare lo spazio di Plinio il Giovane in via Cernuschi 1, per scoprire i nuovi prodotti “ecologici” del brand, tra cui la poltrona Call disegnata da Mario Prandina, la cucina Zoe – Food & Job disegnata da Benedetta Di Matteo e la panca Ditto disegnata da Francesco Ippoliti.
In via Besana via Enrico Besana, proprio di fronte alla Rotonda della Besana, Il brand di bagni MG12 festeggia i suoi primi 10 anni. In via Spartaco 34 c’è il nuovo showroom di Gervasoni Very Wood.
Nella zona Sud di Milano trovate diversi eventi. In via Moilino delle Armi 14, Mo.1950 presenta “The Instant of Change” progetto artistico di immagini e video di Alessandro Furchino Capria a cura di Luca A. Caizzi in collaborazione con Ceramiche Caesar, Quadrodesign e Rexa.
In via Adige 11 trovate l’Headquarter di Andrea Castrignano dove potrete vedere la mostra ART&DESIGN reloading creativity, che esplora la contaminazione fra design e arte con l’artista Gianluca Chiodi.

In zona Porta Romana, nel giardino dello storico Circolo ARCI Bellezza (via Bellezza 16A) vedrete “Very Simple Bellezza”, un’installazione dedicata alle cucine outdoor di Very Simple Kitchen.
In viale Umbria 49, lo studio internazionale di architettura e design RIOS, con sede a Los Angeles, presenta “Superbloom” una mostra immersiva che porta a Milano la fioritura sel Sud della California.
In via Lattuada 14, la mostra “Time for bed. A journey into your dreams” presso il YellowSquare Milano, l’ostello di ultima generazione. Qui l’azienda Lispi, artigiani del ferro dal 1920, presenta una collezione di letti a baldacchino firmati da  Giulio Iacchetti, Sovrappensiero, Francesco Forcellini Mario Scairato. Lunedì 6 giugno dalle ore 18 a mezzanotte ci sarà un dj-set di Futuro Tropicale.