FUORISALONE MILANO 2023 : ecco la GUIDA agli EVENTI

fuorisalone eventi milano design week, milano design week
Advertisement

MILANO DESIGN WEEK ecco TUTTI GLI EVENTI DEL FUORISALONE 2023

Milano Design Week, forse la settimana più attesa dell’anno, da lunedì 17 a domenica 23 aprile la città si accende di forme, suoni, volti e colori in un programma fittissimo di eventi, feste, installazioni e mostre aperti al pubblico .

Più di 700 appuntamenti e scegliere cosa vedere al Fuorisalone 2023 ?

Ovviamente impossibile vedere tutto ma ecco una guida con i consigli .

I DISTRETTI DEL DESIGN

Advertisement

Dal centro alle zone più periferiche, sempre raggiungibili con i mezzi pubblici, la mappa del Fuorisalone cambia ogni anni i propri confini. Così ai classici Brera Design District5VieTortonaDuriniIsola e Porta Venezia nel 2023 si aggiungono nuove location e mete inusuali, come la Stazione Centrale con Dropcity, Calvairate con la collettiva Alcova e il quartiere a sud della Fondazione Prada.


 

LUNEDI’ 17 APRILE

Opening Party Castello Sforzesco by GIN BEEFEATER

gin milano design week 2023 castello sforzesco

Per iniziare al meglio la Milano Design Week 2023 ecco il primo appuntamento da non perdere !

Free entry su registrazione CLICCA QUI


MARTEDì 18 APRILE 

Flamingos Cocktail Party & Degustazione Fernet Branca

flamingos cavalli milano design weekSiamo lieti di invitarti per un’elegante degustazione in una delle location più rinomate e internazionali del capoluogo meneghino, il JustMe Milano by Roberto Cavalli.

Per tutte le info e partecipare CLICCA QUI


MERCOLEDI’ 19 APRILE

Salita in Torre Branca by Night e Party Mamacita di Radio 105

torre branca cavalli justme

Appuntamento per un aperitivo a Buffet con degustazione di GINARTE e a seguire, possibilità di salire Gratuitamente sulla Torre Branca, che con i suoi 108,60 metri è la decima struttura accessibile più alta della città. Party con Dj set by Mamacita per i più nottambuli .

Per tutte le info e partecipare CLICCA QUI


 

MERCOLEDI’ 19 APRILE

jacuzzi fuorisalone

Per brindare ai 10 anni dello Showroom W&B Jacuzzi vi aspettiamo dalle 18.00 in poi .

Ingresso libero


GIOVEDI’ 20 APRILE 

 Nhow Hotel Milano – Cocktail Party con Dj Set

fuorisalone 2023 nhow hotel party tortona Siamo lieti di invitarvi all’evento più atteso della Milano Design Week Milanese nel cuore del distretto di Tortona.
La location madre del fuori salone ospiterà questo evento esclusivo, un momento per celebrare la settimana più viva dell’anno.

Free entry su accredito CLICCA QUI


GIOVEDI’ 20 APRILE

MILANO DESIGN WEEK – OPEN SPRITZ PARTY in TERRAZZA

open spritz party

In Occasione della MILANO DESIGN WEEK 2023
Vi invitiamo c/o TERRAZZA SEQUOIA a pochi passi da Piazza della Repubblica
per un Aperitivo in Terrazza con OPEN SPRITZ, FOOD & SHISHA LOUNGE

Info e registrazione SOLD OUT 


VENERDI’ 21 APRILE

MILANO DESIGN WEEK – FABBRICA DEL VAPORE Cocktail Party

fuorisalone fabbrica del vapore milano design week

Made in Italy arriva a Fabbrica del Design, nella grandissima cornice di Fabbrica del Vapore. Una notte viva ed unica per celebrare l’unicità dell’essere italiani in un party che sbarca alla Milano Design Week.

Free entry su accredito SOLD OUT


VENERDI’ 21 aprile

JAZZ IN THE PARK Per ISOLA DESIGN FESTIVAL 

bam biblioteca degli alberi

 

Serata organizzata da Isola Design District con performance jazz dal vivo e DJ Set finale.

Come sempre vi attenderanno musica, divertimento, food & drink e tanto design!

Live band Jazz e a seguire Dj Set  !

Free entry  SOLD OUT


SABATO 22 APRILE 

CASTELLO SFORZESCO CLOSING PARTY MILANO DESIGN WEEK 2023

castello design week
castello design week
Il nuovo centro della vita della Milano Design Week vi aspetta per concludere in bellezza con un CLOSING PARTY INDIMENTICABILE.
Made in Italy arriva nel giardino incantato nel cuore di Milano.
Una notte viva ed unica per celebrare l’unicità dell’essere italiani in un party memorabile della Milano Design Week.

 

Free entry su accredito CLICCA QUI

SABATO 22 APRILE – JustME Party 

justme milano just cavallli club Siamo lieti di invitarti per un’cool party  in una delle location più rinomate e internazionali del capoluogo meneghino, il JustMe Milano by Roberto Cavalli.

h.19.30/21.30
-20€ aperitivo con drink
-Cene alla carta/menu guidato 80€
-Spumante 65€/distillato 150€

-20€ con drink

-Tavolo pista/garden 320€ x 5 pax
-Tavolo branca a partire da 640€ x 8 pax
-Tavolo fiori a partire da 640€ x 10 pax
-Tavolo Balconata a partire da 1.280€ x 10 pax

Prenotazione obbligatoria, whatsapp ON +393388231457

per info : rsvp@milanoevents.it


DOMENICA 23 APRILE 

JAZZ & SUSHI Closing Party – Milano Design Week Edition

jazz e sushi 55 milano

 

L’ hangar in cui oggi sorge il 55 Milano era il deposito dei vagoni che trasportavano centinaia di passeggeri , allo stesso modo con il nostro JAZZ LIVE vi faremo viaggiare in un locale caratterizzato da un bellissimo mix tra arredamento moderno e vintage , con un struttura che rievoca il passato.

Per tutte le info e partecipare CLICCA QUI

 


Guida in aggiornamento

5VIE, UN TUFFO NELLA STORIA  

Tra Sant’Ambrogio e Cordusio si snoda uno dei quartieri più antichi di Milano: le Cinque Vie. Arte, artigianato e design si incontrano nel distretto 5Vie che per il 2023 propone il tema ‘Design for Good’. Il consiglio è di partire dal Palazzo delle Stelline che ospita l’installazione Surprise Party! di Constance Guisset, per poi raggiungere a piedi Palazzo Litta con la mostra Doppia Firma, co-curata da Living. Passeggiando tra botteghe d’artista e dimore storiche, si arriva nell’headquarter di via Cesare Correnti 14: diverse le mostre allestite nella palazzina, da L’Appartamento di Artemest a quella curata da Maria Cristina Didero sul lavoro dello studio greco on∙entropy ispirato all’isola di Tinos. Nel cortile della Siam, la designer Sara Ricciardi propone la performance Human Mandala, una serie di corpi danzanti a formare un fiore gigante. Infine, la sera del 19 aprile, attorno al dito medio di Maurizio Cattelan in piazza Affari, torna l’appuntamento con il party del Design Pride di Seletti.

INTORNO A SAN BABILA: MILANO DESIGN DISTRICT

Attraversando piazza Duomo fino a piazza Fontana si sconfina nel circuito Milano Design Distric, nuovo progetto espositivo che raccoglie tutte le eccellenze made in Italy del centro città e promuove la rigenerazione urbana attraverso aree verdi e pedonalizzazione. Da via Durini a corso Monforte, sono 41 i brand di design che presentano le loro novità negli showroom sempre aperti al pubblico e, in via eccezionale, fino alle 21 di giovedì 20 aprile, per la notte bianca del distretto.

Se siete in zona, considerate un tour alla scoperta di palazzi antichi e dimore storiche tra corso Venezia e il Quadrilatero della moda. Molti, come Casa Manzoni con La Manufacture o Palazzo Borromeo d’Adda con la mostra di Alessi, sono visitabili gratuitamente proprio in questi giorni.

Per chi invece è in vena di approfondimenti, imperdibile il simposio multidisciplinare Prada Frames curato da Formafantasma, che indaga la complessa relazione tra design e ambiente in sei sessioni al Teatro Filodrammatici, accanto alla Scala.

BRERA DESIGN DISTRICT

Da via Pontaccio fino all’Aquario Civico, Brera Design District è la zona con la più alta concentrazione di showroom di design. Il titolo che tiene insieme tutte le esposizioni di questa edizione è The future is now. Tra le nuove location di questa design week, è da citare la torre di Largo Treves, ex sede della Direzione Politiche Sociali del Comune di prossima riqualificazione, dove glo™ presenterà l’installazione Dry Days, Tropical Nights dell’artista Agostino Iacurci.

A cura di MoscaPartners, la nuova edizione di Design Variations va in scena in tre sedi diverse: oltre a Palazzo Visconti (in San Babila) e all’Istituto Marchiondi Spagliardi (a Baggio, edificio brutalista abbandonato eccezionalmente visitabile durante la design week), la collettiva torna al Circolo Filologico Milanese (in via Clerici) con una nuova opera grafica sulla facciata realizzata dallo studio Zaven.

L’azienda olandese specializzata nella lavorazione di pietre naturali Solid Nature sbarca in Brera con un progetto firmato OMA (lo studio fondato da Rem Koolhaas) nel garage e nel giardino di una casa privata di via Cernaia.

Poco distante, debutta Solferino 28, un grande evento targato Corriere della Sera, Living e Abitare. La sede del quotidiano si apre alla città e ospita Elevators, un’installazione multimediale firmata Migliore+Servetto.

IN PORTA VENEZIA, INTELLIGENZA ARTIFICIALE E CRAFT

Via Moscova, Giardini di via Palestro ed eccoci in Porta Venezia. Il tour comincia alla Casa del Pane (Bastioni ovest) con la mostra Future Impact: i due pesi massimi del design – la curatrice Maria Cristina Didero insieme al direttore creativo Tony Chambers – hanno invitato i creativi più promettenti di Singapore a riflettere sul progetto come chiave per un futuro migliore. Moooi al Salone dei Tessuti (via San Gregorio 29) dimostra come la vita possa avere dei risvolti eccezionali, anche grazie all’intelligenza artificiale, all’interno di A Life Extraordinary (c’è anche il “designer del Metaverso” Andres Reisinger).

Wonderglass, ormai di casa all’Istituto dei Ciechi (via Vivaio 7), quest’anno presenta la collettiva Abrakadabra. Di mistero e bellezza parla anche Estetiche sommerse – Unveiling hidden beauty in cui il duo Cara/Davide, ospiti degli spazi di Park Associati (via Garofalo 31), svela l’insospettabile fascino degli scarti della produzione di alluminio e delle componenti elettroniche in disuso.

Nei paraggi ma fuori dal circuito ufficiale, anche l’installazione immersiva di Google (via Archimede) e il tris di garage di Spazio Maiocchi, con – tra varie cose – un progetto di Formafantasma per Tacchini.

ISOLA DESIGN DISTRICT

Con il suo festival, Isola Design District punta sul design circolare, e indaga i temi del riciclo e dei biomateriali attraverso le collettive internazionali di design sperimentale. Centro nevralgico è la piazza Coperta di Regione Lombardia, ma la zona ospita eventi in tutto il quartiere.

Il distretto punta sul design circolare, e indaga i temi del riciclo e dei biomateriali attraverso  le collettive internazionali di design sperimentale.

All’interno del programma, merita una tappa Rising Talents: per l’edizione 2023 il curatore Wisse Trooster ha selezionato cinque ex allievi della Design Academy di Eindhoven (1-6m2, Brogen Berwick, Jiin Yoon in foto, Pepe Valenti, and Studio Kloumi).

Una novità prossima al distretto: si chiama Convey ed è un progetto del duo Simple Flair a metà tra design e lifestyle, con brand come Sunnei, Very Simple Kitchen e Vero. Interessante la location, un ex complesso industriale dei primi del Novecento non lontano dallo scalo ferroviario Farini. Da qui è facile spostarsi dall’altro lato della città: metro verde Garibaldi, direzione Porta Genova. E poi due passi fino a Tortona.

TORTONA DISTRICT

In zona Tortona tre i punti di interesse principali: il Superdesign Show, BASE e il Padiglione Visconti.

Il primo è l’appuntamento fisso al Superstudio Più ideato da Gisella Borioli con la direzione artistica di Giulio Cappellini. Quest’anno ospita molti creativi asiatici e le consuete installazioni hi-tech adatte a grandi e piccoli.

Ha un programma kids anche BASE, laboratorio sperimentale in via Bergognone 34 che presenta progetti di designer da tutto il mondo, scuole, università, istituzioni internazionali e giovani studenti, sviluppati attorno all’acronimo I.D.E.A. – Inclusione, Diversità, Equità e Accessibilità e al tema We will design. Con un’installazione speciale dell’artista Claire Fontaine, che ormai tanti conoscono per aver ispirato il ‘Pensati Libera’ sfoggiato da Chiara Ferragni a Sanremo.

Accanto a BASE, presso il Padiglione Visconti (via Tortona 58), Ikea festeggia 80 anni con il palinsesto Assembling the future. In programma anche una mostra della celebre fotografa Annie Leibovitz e dj set serali con le star internazionali della console.

SALITA  BELVEDERE DI REGIONE LOMBARDIA

Belvedere di Regione Lombardia Una ‘Design Week’ come non l’avete mai vista. Da oggi e fino a domenica il Belvedere del 39° piano di Palazzo Lombardia, sede della Regione, sarà aperto al pubblico.

L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti. Non è necessaria la prenotazione. Questi gli orari di apertura.

LE MOSTRE COLLETTIVE: DESIGN DA COLLEZIONE E NUOVI TALENTI

Non deludono mai le collettive curate da due “regine” del design: Nina Yashar con il suo Nilufar Depot in zona Lancetti e Rossana Orlandi che raduna nella sua storica galleria di via Matteo Bandello (non lontano da Sant’Ambrogio) i talenti emergenti del progetto.

Cuore meneghino del design internazionale è La Triennale, che il 15 aprile inaugura il nuovo allestimento permanente del Museo del Design Italiano, diretto da Marco Sammicheli. Il percorso espositivo ripercorre i cento anni della storia dell’istituzione con una selezione di iconici oggetti di design a partire dal1923 fino ai giorni nostri.

Infine all’ADI Design Museum, altro hub del progetto in città, va in scena Italy: A New Collective Landscape interamente dedicata ai designer under35, a cura di Angela Rui.

NUOVE LOCATION PERIFERICHE

Infine le nuove location lontane dai classici distretti che da sole valgono il viaggio. Spesso si tratta di ex fabbriche riconvertite che durante la settimana del design accolgono i creativi internazionali.

Un tempo sede di una manifattura di tessuti in cotone per calzature, Morel in zona Garegnano apre per la prima volta al pubblico e presenta le sue architetture industriali originali del 1930 insieme alle luci ipnotiche del collettivo Mandalaki e al programma culinario di Tipografia Alimentare.

Nei dintorni della Fondazione Prada, sei tra i migliori studi italiani di interior design uniscono le forze per il progetto Campo Base, con un bar speciale curato da Studiopepe.

Nel quartiere Barona, debutta Labò, nuovo polo dedicato al design di ricerca e all’arte co 40 designer che espongono le loro opere alla Fondazione Rodolfo Ferrari. Infine Galerie Philia, che con la collettiva Desacralized e nomi come Rick Owens, riapre le porte della chiesa di San Vittore e Quaranta Martiri, simbolo di una Milano rurale che non c’è più.

Questi alcuni consigli della guida di LIVING : https://living.corriere.it/

 

Advertisement