Amazon Prime aumenta il prezzo dell’abbonamento

Sono tantissime le mail inviate ai clienti in cui il colosso dell’ecommerce annuncia un aumento del prezzo dell’abbonamento Amazon Prime.

A partire dal 15 settembre 2022 saranno necessari 49,90 euro all’anno, o 4,99 euro al mese per beneficiare di tutti i servizi inclusi nel pacchetto Prime.

Come dichiarato da Amazon stesso, l’aumento è legato all’inflazione che va ad incidere sui costi specifici del servizio Amazon Prime in Italia. Il rincaro è però di oltre quattro volte l’aumento del tasso di inflazione che in Italia a giugno ha superato l’8%.

>

Il ritocco dei prezzi italiano è arrivato a qualche mese di distanza da quello statunitense. A febbraio scorso, Amazon aveva aumentato di 20 dollari l’abbonamento annuale, dai 119 ai 139 dollari in totale (+17%) mentre, sull’abbonamento mensile, l’aumento è stato dai 12,99 ai 14,99 dollari.

L’aumento del costo dell’abbonamento è del tutto legittimo: nella clausola 5 dei Termini e Condizioni di Amazon Prime si legge che l’azienda si riserva “il diritto di apportare modifiche alle presenti Condizioni Generali o al Servizio Amazon Prime, o qualsiasi parte di esso, in qualsiasi momento per motivi di legge o di regolamento, per ragioni di sicurezza, per migliorare le funzioni esistenti o per aggiungere ulteriori funzioni al Servizio Amazon Prime, per seguire il progresso tecnologico, per implementare ragionevoli adeguamenti tecnici e per garantire la continuità del Servizio Amazon Prime”.