MILANO: la Galleria si rinnova riaprendo sale dimenticate e inaugurando un Teatro-Cabaret
MILANO: la Galleria si rinnova riaprendo sale dimenticate e inaugurando un Teatro-Cabaret

Sarà Tod’s a mettere la propria insegna sulle due vetrine ora occupate da Bric’s in Galleria Vittorio Emanuele II.

Tod’s si aggiudica negozio Bric’s 

Il marchio si è assicurato per 18 anni lo spazio di 249 m2 messo a bando dal Comune di Milano con un’offerta economica da 1.805.000 €, superando quelle presentate dagli altri concorrenti e più che raddoppiando il canone annuo posto a base d’asta (722.000 €).

I locali occupati da Bric’s, disposti su più livelli (piano interrato, terra, soppalco e ammezzato), sono stati messi a bando dal Comune nel novembre scorso, secondo gli indirizzi della Giunta per i rinnovi dei contratti in Galleria scaduti nel 2020.

>

Bric’s si è impegnato a liberare gli spazi entro la fine di marzo: traslocherà, sempre in Galleria, nel negozio di fronte da 101 m2, prima occupati da Zadi (Andrew’s Ties), che il marchio si è aggiudicato nel giugno 2021: verserà a Palazzo Marino un canone annuo di 507.800 €.

Un trasferimento di poche decine di metri anche per Tod’s, ora con quattro vetrine nel braccio laterale della Galleria e una vetrina su via Silvio Pellico, per un totale di 284 m2: saranno oggetto di uno dei prossimi bandi per gli spazi del “salotto” di Milano.