ristoranti al chiuso
ristoranti al chiuso
Advertisement

Le Regioni chiedono di anticipare al 17 maggio la possibilità per i ristori di aprire anche negli spazi al chiuso dei loro locali. 

Arriva la richiesta delle Regioni: palestre e ristoranti al chiuso aperti già dal 17 maggio.

Il 15 maggio riapriranno le piscine all’aperto e i centri commerciali nel fine settimana. Il decreto prevede invece la riapertura delle palestre e dei ristoranti al chiuso per il 1 giugno.

Ma le Regioni non ci stanno e fanno pressioni per una decisione anticipata.

Advertisement
Taste & Venue consulting Banner
Taste & Venue consulting Banner
Taste & Venue consulting Banner
Taste & Venue consulting Banner

La loro richiesta – come spiega il presidente della Conferenza Massimiliano Fedriga – è quella di ottenere “riaperture ad ampio ventaglio”.

Il monitoraggio settimanale che avverrà oggi, venerdì 7 maggio, prevede di confermare i dati ottimisti. La curva dei contagi in Italia continua a scendere ed è previsto il passaggio di alcune regioni in zona gialla e nessuna regione in zona rossa.

Alcuni rappresentanti del Mio Italia, Movimento imprese ospitalità, il 3 maggio, in una manifestazione improvvisata davanti a Montecitorio, hanno annunciato che da oggi 7 maggio avrebbero riaperto anche al chiuso.

Le loro proteste: “Sono mesi che il comparto dell’ospitalità a tavola viene penalizzato, colpevolizzato, assunto a capro espiatorio del contagio e poi vediamo le immagini dei maxi-assembramenti di decine di migliaia di persone a Milano e a Perugia.”

Sospeso intanto fino al 31 dicembre il pagamento della tassa sull’occupazione del suolo pubblico per gli esercizi pubblici, come bar e ristoranti, costretti a mettere i tavolini fuori dai locali.

Advertisement