Bisogno o capriccio? «Arrivano manager cui le aziende in clima di risparmio non pagano più il pernotto e molti stranieri in visita a Milano per shopping o visite culturali, francesi e arabi in particolare» risponde l’esperto. Gli alberghi offrono salotti per lavorare e camere dove rilassarsi prima di ripartire. «Molti chiedono aperitivo e Spa, anche milanesi. Gli alberghi ragionano sulla possibilità di estendere l’offerta persino alla sera, sempre senza notte» aggiunge Raffaele Paletti dello Style hotel Brera, cinque stelle.

La prenotazione si può fare «a pacchetto» (tre, sei o 12 ore), i prezzi si abbattono fino al 70 per cento. E così si riempiono camere che altrimenti resterebbero inservite.

 «Sulla elasticità dell’offerta dovranno puntare anche le strutture che apriranno di qui a breve — considera ancora Giorgio Bianchi, consulente del settore alberghiero —. Nei prossimi anni le città su cui i grandi gruppi internazionali investiranno di più sono Milano e Barcellona».

>

ALBERGHI DEL FUTURO IN COSTRUZIONE A MILANO

Continua a leggere..